Derattizzazione

derattizzazione lavab

Stop a topi e roditori

La derattizzazione è una particolare tipologia di disinfestazione murina volta ad eradicare la popolazione urbana di surmolotti, ratti neri e/o topi. Pratica antichissima, viene oggi effettuata tramite ricorso a sostanze tossiche gassose e/o esche avvelenate.

LAVAB si occupa anche di interventi di derattizzazione contro topi e ratti.

Le nostre soluzioni per eliminare topi e ratti sono pensate per ambienti privati e imprese, tenendo conto delle diverse esigenze dei nostri clienti e dei contesti ambientali nei quali intervenire.


Se necessiti di un intervento professionale di derattizzazione contattaci subito.

Trappole e soluzioni devono essere sicure per le persone e per gli animali domestici o selvatici.

LAVAB rispetta le normative che regolano le soluzioni di eliminazione di topi e ratti, installando stazioni di monitoraggio per le aziende e privati.

Prima di scegliere un trattamento contro topi e ratti ti consigliamo di consultare un’impresa esperta, le soluzioni fai da te sono pericolose e non risolutive.

LAVAB garantisce:

Sistema qualità aziendale UNI 11381

Progettazione del monitoraggio

Realizzazione del monitoraggio

Documenti e certificazioni

Verifica

LAVAB in qualità di azienda che si occupa di derattizzazione e disinfestazione rispetta le normativa cogente del settore, in particolare i seguenti riferimenti:

Decreto Ministeriale 274/97 Regolamento di attuazione degli articoli 1 e 4 della Legge n° 82/94 per la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione

Circolare del MICA n° 3428/c del 25/11/97 Disciplina delle attività di pulizia. Legge 82/94 e DM 274/97

Legge 281 del 14/08/1991: Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo.

Ordinanza del Ministero della Salute del 24/12/08 sull’uso delle esche rodenticide.

Direttiva 98/8/CE del 16/02/1998 e smi relativa all'immissione sul mercato dei biocidi.

Reg. (CE) N. 2032/2003 del 4 novembre 2003 relativo alla seconda fase del programma decennale di cui all'art. 16, paragrafo 2, della direttiva 98/8/CE relativa all'immissione sul mercato dei biocidi, e recante modificazione del Reg. (CE) n. 1896/2000

DM 07/08/06 – revoca della autorizzazioni dei presidi medico chirurgici e divieto di immissione sul mercato ai sensi dell’art. 4 del reg. CE 2032/03

D.Lgs 152/06 - Norme in materia Ambientale

Regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento Europeo del Consiglio del 18 dicembre 2006 concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH)

Il Regolamento 1272/08 CLP ha nel frattempo modificato le modalità di etichettatura di sostanze e miscele a partire da dicembre 2010 per le sostanze e giugno 2015 per le miscele.

Il Regolamento 453/10 UE fissa i nuovi criteri per l’elaborazione delle schede di sicurezza a partire da dicembre 2010 sia per sostanze che per miscele

Inoltre sono tenute in considerazione specifiche norme di settore di pertinenza degli ambiti di applicazione dei propri servizi ed in particolare per l’industria Alimentare:

- Reg. (CE) 852/04 sull’igiene dei prodotti alimentari

- Reg. (CE) 853/04 sull’igiene degli alimenti di origine animale

- Reg. (CE) 882/04 in merito ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti

- Reg. BRC e IFS - "Standard Globale per la sicurezza alimentare"

Inoltre nella implementazione dei propri servizi sono considerate le indicazioni specifiche e generali in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro ed in particolare:

- D.Lgs. Governo n° 81 del 09/04/2008 - Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

- Direttiva 94/9/CE del 23/03/1994 concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative agli apparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva.

I servizi di LAVAB hanno l’obiettivo essenziale di migliorare l’ambiente in cui viviamo, con particolare attenzione all’igiene ed alla prevenzione, anche mediante il rispetto delle metodiche di controllo del sistema H.A.C.C.P.